Dott. Adriano Rabiolo Fisioterapista Logo Dott. Adriano Rabiolo Fisioterapista Studio

Fisioterapia nella cervicalgia: terapie manuali e chinesiterapia | Dott. Adriano Rabiolo | Fisioterapista

Nella cervicalgia, ovvero il dolore al tratto cervicale, i sintomi principali sono dolore e sensazione di forte tensione, che possono manifestarsi dalla testa alle spalle e fino alla zona dorso-lombare Viale Sicilia, 126 Caltanissetta, Caltanissetta 93100
338.9478155 mappa Dal Lunedì al Venerdì 09:30-20:00
Home Studio Fisioterapista
Servizi
Fisioterapia Posturologia
Trattamenti
Mezieres Stecco McKenzie Taping neuromuscolare Terapia Manuale Rieducazione Funzionale Terapia Fisica Fibrolisi Meccanica Kinetec Blog Contatti
338.9478155 info@adrianorabiolofisioterapista.it

Fisioterapia nella cervicalgia: terapie manuali e chinesiterapia

Blog

09 Aprile 2017 Torna al blog

Fisioterapia nella cervicalgia: terapie manuali e chinesiterapia

Nella cervicalgia, ovvero il dolore al tratto cervicale, i sintomi principali sono dolore e sensazione di forte tensione, che possono manifestarsi dalla testa alle spalle e fino alla zona dorso-lombare. A volte possono essere associati sintomi come nausea, giramento di testa, emicrania, sensazione di intorpidimento e formicolii alle braccia e alle mani.

Dolori e contratture muscolari in alcuni casi sono causati da sovraccarichi e alterazioni posturali che modificano i normali e fondamentali equilibri muscolo-scheletrici che gestiscono sia la nostra postura sia i movimenti della testa e della cervicale stessa.

E’ importantissimo, sia che si tratti di una “banale” cervicalgia, sia che si tratti di una cervicobrachalgia, causata da una protrusione o da un’ ernia espulsa, che si vada a disinfiammare tutta la cervicale e ad allentare le tensioni muscolari, preparando la muscolatura ad essere ri-allungata con una valida Ginnastica Posturale. Per ottenere un rilassamento della muscolatura e ridurre l’infiammazione e il dolore inizialmente può esser necessario ricorrere ai farmaci e alle terapie strumentali.

Le terapie manuali come la massoterapia, lo stretching cervicale e le trazioni, vanno a ridurre la tensione e le contratture muscolari; infine la chinesiterapia, che comprende una serie di esercizi e movimenti passivi-assistiti-attivi che, insieme a insegnamenti posturali, vanno a “rompere” lo schema patologico instaurato a causa del dolore.

Lo scopo del trattamento fisioterapico è quello di ridurre il dolore, migliorare l’articolarità e ripristinare la funzionalità del tratto cervicale e delle spalle, così da riabilitare il paziente alla vita che conduceva prima dell’evento patologico.

Fonte: RiabiliMed

News Precedente
Mal di schiena, i falsi miti, anche tra gli addetti ai lavori
News Successiva
15 milioni di italiani col mal di schiena: importanza della ginnastica posturale

Questo sito usa cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Acconsento Privacy Policy